Industria alimentare e raffrescatori: l’esempio di Granarolo

umidità ideale
Umidità negli ambienti lavorativi: qual è il livello giusto?
10 Dicembre 2019
manutenzione raffrescatori
Manutenzione del raffrescatore evaporativo: 3 consigli
23 Dicembre 2019
Vedi tutti

Industria alimentare e raffrescatori: l’esempio di Granarolo

Granarolo raffrescatori

Raffrescatore evaporativo: l’alternativa ideale per grandi ambienti

Sono sempre di più le aziende che scelgono di affidarsi alla tecnologia dei raffrescatori evaporativi industriali. I progettisti di aree industriali che cercano soluzioni ecosostenibili, già da qualche tempo hanno trovato nei raffrescatori la risposta perfetta alle loro esigenze. Grande distribuzione, industrie, capannoni e ogni altro settore che si sviluppa su ampie superfici, conoscono bene i pregi di questi apparecchi innovativi.

Granarolo ha scelto i raffrescatori evaporativi industriali

Migliorare il confort degli ambienti con un impegno economico davvero basso è senza dubbio la sfida di molte grandi aziende. Una delle più affermate nel settore alimentare è sicuramente Granarolo.

La società modenese leader nel settore lattiero-caseario nazionale ha trovato in questi apparecchi la soluzione perfetta. Nello stabilimento di Soliera, infatti, i 5000 metri quadrati di superficie risultavano difficili da refrigerare adeguatamente nei mesi più caldi dell’anno. Di conseguenza i dipendenti a giugno e luglio si trovavano spesso costretti a dover lasciare l’impianto frequentemente per ritemprarsi all’esterno.

La sgradevole sensazione interna all’impianto si traduceva in una scarsa produzione e in senso di insoddisfazione dei dipendenti. Per cercare di portare all’interno dell’azienda quel confort ideale che avrebbe permesso ai 150 lavoratori di svolgere le loro mansioni in condizioni ottimali, il gruppo dirigente ha deciso di installare i raffrescatori evaporativi industriali Breezair.

Grazie ad Italkero, distributore ufficiale italiano del brand, ha installato il modello Breezair TBA 550 sul tetto dell’edificio, per raffreddare l’intera area di produzione attraverso le griglie di distribuzione.

La scelta aziendale ha così permesso di avere ambienti perfettamente raffrescati. La produttività ha così avuto un forte incremento. I costi di gestione del raffrescatore evaporativo Breezair sono decisamente inferiori rispetto ad un condizionatore tradizionale, per cui il ritorno dell’investimento si è dimostrato veramente rapido e sicuro.

Non utilizzando alcun tipo di refrigerante chimico e con consumi energetici molto contenuti rispetto ai condizionatori classici, i raffrescatori evaporativi per l’industria Breezair si sono dimostrati anche una scelta ecologica, oltre che un elemento in grado di migliorare notevolmente le condizioni di lavoro e di conseguenza l’umore dei dipendenti. Anche le spese di manutenzione dell’impianto si sono rivelate irrisorie.

Come nasce la sorprendente tecnologia dei raffrescatori evaporativi

Il principio che sta alla base di questi apparecchi non può definirsi innovativo. Già gli antichi greci erano soliti porre davanti alla propria porta un vaso di terracotta colmo di acqua. Gli arabi invece coprivano l’ingresso delle loro tende con dei panni bagnati per difendersi dall’afa nei mesi più caldi. Questo perché quando l’aria calda viene a contatto con l’acqua si genera un processo di evaporazione naturale che cattura il calore abbassando la temperatura anche di diversi gradi.

Se il principio di raffrescamento impiegato da questi apparecchi non può definirsi innovativo, lo stesso non possiamo dire per la tecnologia all’avanguardia di Breezair. L’azienda, infatti, ha sempre investito in innovazione ed è stata la prima a credere nel raffrescamento adiabatico industriale.