La manutenzione dei raffrescatori evaporativi

raffrescatori industriali allevamenti
Raffrescatori industriali e allevamenti: un toccasana per gli animali
5 Novembre 2019
ecosostenibilità
Raffrescatori evaporativi: come rendono una costruzione ecologica
19 Novembre 2019
Vedi tutti

La manutenzione dei raffrescatori evaporativi

Manutenzione operaio

Raffrescatori evaporativi: ambienti confortevoli a costi sostenibili

Poter offrire ai dipendenti ambienti salubri e ben areati significa garantire le condizioni ideali per lo svolgimento delle mansioni loro assegnate. Questo, soprattutto nei mesi più caldi dell’anno, ha inevitabilmente dei riflessi positivi sulla qualità del lavoro, rendendo più semplice il raggiungimento degli obiettivi.

Nell’ambito dei sistemi adibiti all’aria condizionata il raffrescatore evaporativo si è rivelato fin dalle sue prime apparizioni sul mercato un accessorio di portata innovativa, in grado di sorprendere per la sua efficacia e per i bassi costi di gestione e manutenzione ad esso associati. Soluzione ideale sia per l’industria che per i centri di lavoro, il raffrescatore si sta confermando nel tempo come un’alternativa ottimale ai sistemi di raffrescamento tradizionali.

È sfruttando la cessione della componente calda che viene a svilupparsi tra l’aria (proveniente dall’ambiente) e l’acqua (che andrà a bagnare un particolare pannello in materiale poroso), che si ottiene aria rinfrescata. Ma il contatto con l’acqua ha un ulteriore vantaggio, in quanto polvere e particelle inquinanti, elementi che potrebbero rendere l’aria instabile, vengono inizialmente trattenute e, in seguito, espulse assieme all’acqua ricondensata. Il risultato? Aria fresca e, al tempo stesso, depurata.

Interventi di manutenzione: uno dei punti di forza dei raffrescatori

Abbiamo già accennato al fatto che un raffrescatore evaporativo industriale si caratterizzi, tra l’altro, per i bassi costi di manutenzione. Posti a confronto con quelli normalmente sostenuti per i condizionatori tradizionali, la frequenza degli interventi risulta sicuramente più bassa. Per poter mantenere la propria efficacia nel tempo sono sufficienti un’operazione di pulizia e un’ispezione annuale.

La prima può prevedere l’eventuale sostituzione dei filtri dell’aria e la sanificazione dei percorsi (sia dell’aria che del pannello poroso). Al di là di tali interventi periodici, trattandosi di un sistema che punta sull’evaporazione, chi acquista un raffrescatore evaporativo dovrebbe solamente avere accortezza di utilizzare acqua poco calcarea e priva di residui. Un’acqua particolarmente ricca di sedimenti finirebbe per incrostare gli ugelli, ostruendoli parzialmente.

Altrettanto importante è la qualità dell’aria. Un ambiente esterno che presenta aria carica di particelle in sospensione potrebbe penetrare all’interno del raffrescatore. Una semplice occhiata al pannello evaporativo consente di effettuare una veloce pulizia con acqua corrente, al fine di evitare la corrosione delle parti in metallo. Una spazzola, dal canto suo, è ideale per la rimozione di polveri e piccole incrostazioni.

Affidandovi a Italkero per l’acquisto di uno di questi macchinari, ad ogni modo, questi piccoli interventi saranno minimi, grazie ad alcuni automatismi presenti nei diversi modelli.

Italkero: una realtà Made in Italy da più di 40 anni sul mercato

Noi di Italkero, forti dell’esperienza pluriennale maturata, siamo in grado di progettare e realizzare soluzioni per il riscaldamento e il raffreddamento industriale di grande efficienza, comprese stufe a gas e riscaldatori da esterno. Ci siamo posti come obiettivo la creazione di macchinari di elevata qualità, operando nel pieno rispetto dell’ambiente.

A conquistarvi sarà anche il design innovativo di quanto offerto. Oltre ad assicurare una temperatura ideale, un raffrescatore evaporativo industriale vi permetterà di stabilizzare il livello di umidità, rinnovare gli ambienti chiusi con aria fresca e salubre, ed eliminando l’elettricità statica. Prendendo in esame la manutenzione ci preme sottolineare come siano gli automatismi incorporati direttamente nelle apparecchiature (dal rilevatore di qualità dell’acqua alla chiusura automatica del condotto), a permettere la riduzione degli interventi di manutenzione.